Protocolli COVID-19

30 Ottobre 2020
Nuovo protocollo allenamento post DPCM 24-10-2020

COSA SI PUÒ FARE

  • Attività di movimento individuale con distanziamento di almeno 2mt
  • A terra, in piedi con limitato spostamento, tutte le attività di potenziamento fisico
  • Andature coordinative in corsie
  • Utilizzo della rete
  • Utilizzo dei palloni
  • Utilizzo di materiale tecnico (palle mediche, skimmy, etc.)
  • Esercizi tecnici e transizioni anche in campo con i riferimenti linee e rete
  • Carrello di palloni in forma singola, con lancio allenatore (igienizzare post utilizzo)

COSA NON È CONSENTITO

  • Vicinanza con altri atleti sotto i 2mt
  • File di attesa per una esercitazione
  • Lavori a coppie o più con pallone
  • Forme di gioco di squadra
  • Lavori globali o sintetici
  • Evitare abbracci, scambio di borracce e strette o battiti di mano

CONSIGLI

  • Sensibilizzare gli atleti alle motivazioni che ci spingono ad adottare questi protocolli distanziamento/igienizzazione
  • Igienizzare spesso i palloni e il materiale tecnico di utilizzo
  • Dividere in aree lo spazio palestra con supporti (cinesini, coni, nastri etc.)
  • Motivare ad allenarsi anche in queste forme per il benessere del fisico e l’utilità specifica della pallavolo
  • Specificare l’iter di stop in caso di positività. TUTTA la squadra si ferma! Stare più accorti in palestra e soprattutto nella vita quotidiana quando si entra in contatto con altre persone
  • Cambiarsi lungo tutto il perimetro della palestra, per aumentare il distanziamento durante il cambio scarpe e pause acqua
  • Portare un asciugamano grande e/o un materassino personale
  • Se le attività lo consentono attribuire un pallone a ciascuno atleta per tutto il tempo dell’allenamento
  • Ogni atleta portare con sé un gel igienizzante per le mani
  • Rispetto massimo degli orari per non creare assembramento nel cambio turno. La palestra alle -5 deve essere lasciata libera


14 Settembre 2020
Ripresa attività sportiva settore pallavolo fase post Covid-19

La Polisportiva Circolo Giovanile Bresso, relativamente alla ripresa delle attività del settore pallavolo maschile e femminile, a partire dal 14 settembre:

  • sulla base dell’attuale quadro normativo nazionale e dei provvedimenti integrativi emanati dalle Autorità Regionali, Provinciali e Comunali, rimanendo queste cogenti e susseguenti ai provvedimenti governativi e alle leggi dello Stato, fonti primarie di riferimento;
  • nel rispetto delle norme e dei regolamenti della FIPAV e CSI e delle normative sportive nazionali e internazionali per quanto di competenza;
  • in ottemperanza a quanto disposto dalla Nota sulla possibilità di praticare sport di contatto e di squadra in ambienti scolastici;
  • tenuto conto del parere professionale fornito dal referente societario esperto in materia di prevenzione e protezione da contagio, incaricato della verifica dei puntuali adempimenti di legge in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e per la revisione della disposizione degli spazi, arredi, attrezzature, percorsi, cartellonistica informativa relativi all’impianto sportivo, identificato nella persona del dott. Luca Salvaderi, che svolgerà altresì e funzioni di DAP e CM (delegato per l’attuazione del protocollo e covid manager);

definisce il seguente PROTOCOLLO che sarà necessario seguire strettamente da parte di tutti i soggetti coinvolti nelle attività sportive e collaterali alle stesse.

Luoghi e tempi di accesso alla palestra di allenamento

Data la numerosità delle persone che utilizzano gli spazi scolastici nelle attività di allenamento non sarà possibile, fino a data da definirsi, utilizzare gli spogliatoi, anche in ottemperanza all’effettiva impossibilità di rispettare le stringenti ed inderogabili norme igieniche imposte dai decreti governativi ed ai suddetti protocolli. Alle sole squadre che usano per ultimi la palestra è consentito l’uso della doccia purché sia garantito l’utilizzo dello spogliatoio a massimo 4 persone alla volta.

Gli atleti/e dovranno arrivare indossando una maschera di protezione individuale ed essere già pronti per l’allenamento cambiando le scarpe nello spogliatoio e lasciare le stesse all’interno di sacca/zaino/borsone in un luogo indicato. Accederanno poi al campo da un varco di entrata identificato in ogni struttura utilizzabile.

Lo Staff dovrà raggiungere l’impianto sportivo indossando mascherina di protezione individuale, la stessa dovrà essere tenuta per tutta la durata dell’allenamento.

Tutti i presenti dovranno frequentemente igienizzarsi le mani utilizzando i gel che saranno messi a disposizione dalla società.

Eventuali altre persone, ammesse da protocollo FIPAV, dovranno indossare la mascherina di protezione individuale per tutto il periodo di permanenza presso l’impianto e rispettare le distanze di sicurezza

L’entrata nell’esterno struttura non potrà avvenire se non prima di 5 minuti dall’inizio dell’allenamento e non oltre l’orario di inizio effettivo.

Gli atleti usciranno dalla palestra da un varco di uscita che sarà identificato per ogni struttura utilizzata (ove possibile in base alla struttura della palestra stessa)

L’uscita dal campo dovrà avvenire almeno 5 minuti prima del termine dell’orario indicato dalla società e sempre indossando la mascherina.

Modalità di accesso alla palestra di allenamento

Ai genitori non sarà permesso entrare e soffermarsi all’interno delle strutture sportive durante gli allenamenti e le partite (con la sola esclusione di coloro che daranno la loro disponibilità, in precedenza all’allenamento stesso, per espletare i controlli in ingresso).

Nel caso giungano accompagnati, gli atleti/e saranno consegnati presso il varco di entrata dal genitore all’allenatore o ad un dirigente preposto all’accoglienza, il quale:

  • rileverà la temperatura dell’atleta, al fine di rilevare che nessuno acceda all’impianto in presenza di temperatura corporea superiore a 37,5°
  • annoterà la presenza sull’apposito registro ufficiale, che dovrà riportare, oltre al nome e al cognome dell’atleta, anche la data dell’allenamento/gara e un recapito telefonico (tali dati saranno conservati per almeno 14 giorni dalla società sportiva);
  • ritirerà la autocertificazione che ogni atleta sarà tenuto a presentare prima di ogni evento e che certificherà l’accesso alla struttura sportiva solo in assenza di segni/sintomi da COVID-19 (es. febbre, tosse, difficoltà respiratoria, alterazione di gusto e olfatto) per un periodo precedente l’attività pari almeno a 3 giorni. L’auto certificazione sarà da consegnare ogni 14 giorni.

I ragazzi/e verranno quindi riconsegnati al genitore alla fine dell’evento presso il varco di uscita.

Norme comportamentali da osservare durante la permanenza nella palestra sportiva:

Chiunque sarà presente all’interno della struttura per le attività attinenti la pratica sportiva, a qualsiasi titolo [atleta, allenatore, dirigente, maggiorenne volontario (covid-manager)], sarà tenuto a rispettare le seguenti norme di comportamento:

  • igienizzarsi frequentemente le mani utilizzando i gel che saranno messi a disposizione
  • starnutire/tossire evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
  • non condividere borracce, bottiglie, bicchieri. Ogni giocatore o giocatrice si deve munire di una borraccia personale ad uso esclusivo e la stessa va chiusa dopo ogni utilizzo e riposta in apposito zaino/sacca personale
  • mantenere la distanza interpersonale minima di almeno 1 metro in caso di assenza di attività fisica e, per tutti i momenti in cui la disciplina sportiva lo consente, di almeno 2 metri durante l’attività fisica, fatta eccezione per le attività di contatto
  • indossare sempre la mascherina correttamente, salvo durante l’allenamento
  • riporre tutti gli indumenti e oggetti personali dentro la borsa personale
  • non scambiarsi abbigliamento né dotazioni tecniche durante gli eventi ma limitarsi ad utilizzare le proprie

Disposizioni Varie

Qualora sulla base dell’autocertificazione (vedi allegato Autocertificazione) sia attestata la presenza di pregressa infezione da SARS-COV-2, gli operatori sportivi dovranno provvedere ad una nuova visita per il rilascio della certificazione d’idoneità sportiva, ove richiesta, nel rigoroso rispetto dei protocolli di legge, anche se in possesso di un certificato in corso di validità. In assenza di idoneo certificato o qualora lo stesso non sia in corso di validità e non sia stato opportunamente rinnovato non è consentito prendere parte all’attività.

Tutti gli strumenti e le superfici dovranno essere igienizzati all’ingresso in palestra e prima di iniziare l’attività fisica e/o di gioco dall’allenatore di riferimento, o dal dirigente accompagnatore o da un maggiorenne volontario (covid-manager), vedi modalità di accesso alla palestra. Anche i palloni, le ceste e i contenitori dovranno essere correttamente igienizzati. I palloni dovranno essere igienizzati all’inizio di ogni esercizio proposto.

Le persone addette al primo soccorso sportivo potranno avvicinarsi attuando le procedure previste, alla persona da soccorrere, vale a dire il soggetto che interviene dovrà indossare mascherina e guanti e fornire gli stessi DPI al soggetto che necessita assistenza qualora questo ne sia privo nel momento in cui si verifica l’evento traumatico

L’allenatore e/o tecnico deve sempre indossare la mascherina e deve mantenersi ad almeno 1 metro di distanza dagli atleti ed i componenti dello staff.

L’allenatore, il dirigente o un maggiorenne volontario (covid-manager) hanno l’obbligo di presenziare alle sedute di allenamento ed alle partite e sono ritenuti i delegati del DAP (delegato all’attuazione della procedura) durante il tempo di svolgimento dell’evento. Saranno a tal scopo opportunamente formati con una formazione e dei supporti cartacei.

All’interno delle strutture sportive verranno apposte cartellonistiche che ricordino a tutti i partecipanti all’attività le norme da seguire per garantire uno svolgimento in sicurezza della stessa.

Tutti i dispositivi di sicurezza, andranno smaltiti in maniera adeguata gettandoli in appositi cestini (es. fazzoletti monouso, mascherine ecc.)

All’interno delle strutture sportive verranno messi a disposizione una serie di presidi richiesti dalle norme di leggi volte a garantire la prevenzione del diffondersi del Covid, in particolare:

  • Gel disinfettante a norma di legge
  • Cestini di raccolta dei sopracitati dispositivi di protezione individuale
  • Materiale per igienizzazione palloni
  • Materiale per igienizzazione locali

La Polisportiva Circolo Giovanile Bresso si assume, nella persona del legale rappresentante della società, ogni responsabilità civile, penale e fiscale per quanto concerne le proprie attività svolte nella struttura, inclusa l’adozione del Protocollo anti COVID-19 sopra esposto.

AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI (DPCM 04/11)

AUTOCERTIFICAZIONE


ATLETI GIA’ TESSERATI

AUTOCERTIFICAZIONE_MINORENNI

AUTOCERTIFICAZIONE_MAGGIORENNI


ATLETI IN PROVA (con scarico di responsabilità)

AUTOCERTIFICAZIONE_MINORENNI

AUTOCERTIFICAZIONE_MAGGIORENNI


REGISTRO_PRESENZE

REGOLAMENTO – Aggiornamento 30.09.2020

Sperando di fare cosa gradita, riteniamo comunque doveroso segnalare che nel caso un’atleta/dirigente/allenatore entri a CONTATTO con un POSITIVO, il servizio offerto dal PCG BRESSO – Volley sarà svolto e tutelato nel rispetto del protocollo vigente, ma che ogni famiglia potrà decidere liberamente e con piena consapevolezza se mandare l’atleta agli allenamenti, in ottica questo di autotutela, rispetto alla propria sensibilità sul delicato argomento.

Share this Page