I°divisione Maschile – Una lunga meravigliosa cavalcata

By Volley|aprile 6, 2014|News, News Volley|

Quando in estate la società ha incominciato a pensare e a costruire questa squadra era sicura di aver messo in piedi una gran bella rosa e sicuramente competitiva, ma credo che nessuno potesse minimamente immaginare che con 7 nuovi innesti (da plasmare e da amalgamare) si potessero raggiungere i risultati che, questi magnifici 14 ragazzi, sono riusciti ad ottenere.

Dicevamo della rosa…che è composta da 7 “senatori”, 3 “ragazzotti” di belle speranze che arrivano dalle giovanili e 4 nuovi acquisti arrivati da società vicine.

Ma partiamo dai senatori ed elenchiamo uno per uno tutti i giocatori della squadra di coach Gabriele Bortolin che ha un’età media di 22,5 anni:

Biraghi Carlo, maglia n.2 capitano schiacciatore 25 anni (il cap); quando la palla scotta e deve essere messa a terra, lui raramente ti tradisce

Errera Claudio, maglia n.4 libero 25 anni (Wes); giocatore estroverso che durante tutta l’annata ha saputo dimostrare l’attaccamento ai colori della maglia e la voglia di vincere sempre

Marchetti Pietro, maglia n. 8 schiacciatore 23 anni (Pech); alcuni alti e bassi in stagione, ma con moltissimi alti a fine stagione

Rota Luciano, maglia n.9 opposto 22 anni (Lucio); il più continuo, in alcune partite devastante per i poveri avversari, merita almeno 2 categorie di più… ma il cuore e l’amicizia lo farà restare

Pistocchini Marcello, maglia n.10 centrale 27 anni (Cello); il senatore “del posto 3”, quasi mai assente sente la squadra “sua” come nessun altro

Bestetti Andrea, maglia n.14 schiacciatore 24 anni (Lo Zio); colui che vola “dove osano le aquile”, per lui il muro non è un problema… gli passa sempre e solo sopra !

Carta Daniele, maglia n. 18 schiacciatore 24 anni (Dany); la calma fatta a persona, appena riuscirà a trovare un pochino più di continuità saranno solo problemi in più per gli avversari

I 3 ragazzi che arrivavano invece dall’U17 del nostro Direttore Tecnico mister Mauro Luciano sono:

Pellacani Alessandro, maglia n.11 palleggiatore 17 anni (Pollo); forse uno dei 3 palleggiatori U19 più forti presenti in Lombardia; a volte non riesce però ancora ad unire una grandissima visione di gioco ad una superlativa tecnica. Genio e sregolatezza !

Faedi Gianmarco, maglia n.13 centrale 18 anni (Jimmy); in prospettiva centrale di sicuro valore, ha iniziato molto bene la stagione fornendo buone prestazioni con un po’ di calo ad inizio del girone di ritorno anche se ora è in ripresa

Lovallo Giovanni, maglia n.31 opposto 17 anni (Johnny); nonostante un’annata sfortunata costellata da un brutto infortunio, a tratti è riuscito a dimostrare tutto il suo valore

Ed eccoci arrivati ai nuovi:

Bellandi Alessandro, maglia n. 1 palleggiatore 23 anni (Ale); mai un lamento, mai una critica, sempre pronto e disponibile quando è stato chiamato in causa, il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra

Noseda Luca, maglia n. 3 centrale 19 anni (Luchino); partito in sordina si è dimostrato importante nella fase centrale del campionato giocando partite di buon livello; finale di campionato travagliato dove a causa di un infortunio è stato costretto a terminarlo in anticipo

Patrini Michael, maglia n.7 centrale 24 anni (Mike); il centrale forse più continuo e affidabile; ha messo la sua esperienza al servizio della squadra e dei compagni

Casale Giuseppe, maglia n.5 centrale 27 anni (Beppe); il suo arrivo dalla nostra serie C si è dimostrato determinante e prezioso in alcune partite del campionato, un pochino in calo nell’ultima fase del campionato

Il campionato di 1^ divisione maschile è uno dei più lunghi e dei più difficili della provincia di Milano, ci sono squadre di valore composte anche da giocatori si un po’ datati ma con alle spalle campionati di prestigio tipo A2 B1 e B2. Si inizia a metà ottobre e per quasi sette mesi ci si sfida per 26 giornate dove la continuità di gioco e di risultati la devono fare da padrona.

Nel girone A del WE LOVE #PCG BRESSO erano presenti compagini storiche e di valore come Crazy Volley, Billa, Lucernate, Forza e Coraggio, OSL Garbagnate, Quinto Volley,Torricelli ma un cammino quasi perfetto non ha impedito che il sogno si realizzasse… SERIE D con 22 vittorie su 23 partite giocate al momento !!

Coach Lele Bortolin pur avendo nella sua testa un sestetto titolare, ha avuto la bravura e l’intelligenza di far girare e giocare tutti i 14 giocatori a disposizione; per tutto il girone d’andata si può dire che c’erano 14 titolari, poi invece nei mesi di febbraio e marzo i “titolari” si sono leggermente ridotti; vuoi che il traguardo si avvicinava, vuoi che qualche atleta non era in perfetta forma, i senatori hanno preso in mano la squadra e l’hanno condotta fino al punto di avere quei punti di sicurezza che ha permesso a mister Bortolin di schierare in campo anche chi in questi 2 mesi aveva giocato meno.

Le svolte in positivo si possono racchiudere in 3 o 4 gare e più precisamente quando alla 4^ giornata di andata il Bresso è andato ad espugnare per 1-3 il campo del Crazy Volley (seconda forza del campionato); quando alla 9^ giornata si è battuto per 3-1 il Quinto Volley che per lo scrivente è la squadra che lo ha maggiormente impressionato per gioco e tecnica; e poi alla 16^ giornata quando sotto 2 set a 1 in casa di un Romana volley dove chi ha omologato quella palestra aveva sicuramente bevuto molti superalcolici prima, è riuscita a ribaltare il risultato e vincere per 2-3 (determinanti le parole e la carica data ai compagni dal libero Errera durante il secondo time out del quarto set).

Vorrei anche segnalare per la cronaca che la partita del 21/02/14 (il ritorno al Pala_Patellani contro il Crazy) passerà alla storia di questa annata come “la partita perfetta”; al tempo il Crazy era secondo con 3 punti in meno del Bresso e nonostante questa minima distanza i ragazzi di coach Bortolin hanno dato una vera lezione di volley ai loro rivali. Da quel momento, il Crazy ha mollato di testa e piano piano ha incominciato a perdere punti fino ad arrivare agli attuali -11.

Unica nota fuori dal coro di questa meravigliosa stagione è la sconfitta per 3-2 a Milano contro il Forza e Coraggio in una palestra ai limiti della regolarità a causa della bassissima temperatura presente in campo; in vantaggio per 0-2 dove gli avversari non avevano visto “boccia”, i ragazzi del Bresso hanno avuto un calo di tensione e perso i restanti 3 set anche se il quarto a 27 e il quinto a 16.

Il prossimo obbiettivo è ora vincere lo scudetto di 1^ divisione che si disputerà a Canegrate il 1 di giugno. Quindi adesso non molliamo, concludiamo degnamente queste ultime tre giornate di campionato usandole come preparazione di questo ultimo ed importantissimo appuntamento che sancirebbe la “classica annata perfetta”.

Lasciate ora la possibilità allo scrivente di ringraziare di cuore questi bravissimi e serissimi 14 ragazzi, coach Lele Bortolin e la meravigliosa refertista Paola Zandon per le emozioni e le gioie che mi avete regalato… nel mio cuore ci sarà sempre un posticino per tutti voi. GRAZIE !!!

 

                                                                                              Il vecchio Zio Dario

Share this Post: